atacama-cactus

Cactus

Cactus

Cactaceae Juss.1789 (chiamate più comunemente cactus e, più raramente, cacti[1] al plurale) è una famiglia di piante succulente (piante xerofite, adattate agli ambienti aridi mediante l’accumulo di acqua all’interno di tessuti succulenti) che comprende circa 3000 specie e 120 generi.

Per lo più utilizzate come piante ornamentali, ma alcune sono anche piante da raccolto, fanno parte dell’ordine delle Caryophyllales, che include anche altri membri, come le barbabietole, gli spinaci, l’amaranto, i garofani, il rabarbaro, il grano saraceno, la piombaggine e la bougainvillea. Sono piante inusuali e facilmente identificabili che sono riuscite ad adattarsi ad ambienti estremamente aridi e caldi, sviluppando diverse caratteristiche fisiologiche e anatomiche per conservare l’acqua. I loro fusti si sono adattati diventando succulenti e fotosintetici, mentre le foglie, molto spesso, sono diventate le spine, una delle caratteristiche più distintive delle piante di questa famiglia.

I cactus si presentano in forme e dimensioni molto diverse tra loro, da piccole e globose a grandi e colonnari. Il cactus più alto è il Pachycereus pringlei, con un’altezza massima registrata di 19,2 m[2], e il più piccolo è la Blossfeldia liliputana, che raggiunge 1 cm di diametro in piena maturazione[3]. I fiori dei cactus sono grandi rispetto al fusto e alle foglie, ed esattamente come le spine e i rami, nascono dalle areole. Molte specie di cactus hanno la fioritura notturna, perché vengono impollinati da insetti notturni o da piccoli animali notturni, principalmente falene e pipistrelli.

Le cactacee sono piante succulente. Possono assumere numerose forme geometriche: globose, colonnari, appiattite, singole e in gruppi numerosi e nella famiglia si annoverano quasi tutte le forme ecologiche di accrescimento: fanerofite, camefite, criptofite, emicriptofite, ecc. Sono tutte perenni.

Una caratteristica delle cactacee (più spesso indicate col nome generico di cactus) è quella di essere provviste di gemme latenti ricoperte di lanugine e, spesso, di foglie più o meno trasformate in spine (o glochidi). A tale organo è dato il nome di areola. I loro fiori sono generalmente bisessuali, con ovario infero e stami numerosi, tranne che nella sottofamiglia delle Pereskioideae che conserva caratteri primordiali. Alcune specie sono epifite delle foreste caducifoglie tropicali (tribù delle Rhipsalideae) o della foresta amazzonica come il Disocactus amazonicus.

Share this post

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
Favicon Ohoskin

OHOSKIN s.r.l.​

/ VAT 05669030875​

/ Registered Office Corso delle province 263, Catania 95127 (CT)
/ Operational Headquarter Via Cavour 2, Lomazzo 22074 (CO)

Favicon Ohoskin

OHOSKIN s.r.l.​

/ VAT 05669030875​

/ Registered Office Corso delle province 263, Catania 95127 (CT)
/ Operational Headquarter Via Cavour 2, Lomazzo 22074 (CO)

Favicon Ohoskin

OHOSKIN s.r.l.​

/ VAT 05669030875​

/ Registered Office Corso delle province 263, Catania 95127 (CT)
/ Operational Headquarter Via Cavour 2, Lomazzo 22074 (CO)